INCONTRO COL PREFETTO PER COORDINAMENTO CON ROMA CAPITALE PER GRADUAZIONE SFRATTI

A seguito della recente mozione approvata dall’Assemblea Capitolina, che chiedeva di avviare un coordinamento interistituzionale tra Roma Capitale e il Prefetto, con l’obiettivo di sostenere una graduazione delle procedure di sfratto che tenga conto delle fragilità sociosanitarie delle persone interessate, si è svolto questa mattina un incontro tra alcuni dei firmatari – Paolo Ciani, Nella Converti, Alessandro Luparelli, Nando Bonessio– l’Assessore Tobia Zevi e il Prefetto di Roma Piantedosi.

I Consiglieri hanno esposto le finalità della mozione e le preoccupazioni relative a famiglie destinatarie di sfratti duramente colpite dalla crisi economico-sociale e talvolta composte anche da persone con particolari fragilità sociosanitarie. Al contempo hanno proposto misure che garantiscano i giusti ristori ai locatori, per cui affittare rappresenta spesso una forma di reddito e sostentamento.

“Riteniamo necessario un confronto tra tutti gli attori coinvolti, per concordare misure di fronte a quella che a Roma è una vera e propria emergenza nelle politiche dell’abitare; misure non solo estemporanee e specifiche ma soprattutto strutturali, attraverso nuove modalità immediatamente applicabili, come la valutazione sociale del nucleo o come la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra tutti i soggetti coinvolti e la Prefettura come già fatto in città come Livorno e Bologna.

Sarà così possibile individuare le modalità più opportune per tutelare le persone con fragilità sociosanitaria interessate da un provvedimento di sfratto. “L’incontro di oggi è stato molto positivo e rappresenta un primo passo per implementare nuove modalità. Il Prefetto ci ha ascoltato con attenzione e rassicurato che nei prossimi giorni ci indicherà le prossime possibili tappe per rispondere alle questioni poste. Ringraziamo lui e l’assessore Zevi per questo positivo confronto” concludono i Consiglieri presenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *