CARCERI: “IMPORTANTE MONITORARE SUPERAMENTO OPG”

La visita alla Rems di Palombara Sabina e` servita al vice presidente della Commissione Salute della Regione Lazio per monitorare da vicino come procede il superamento degli Opg  (RED.SOC.) ROMA – “La presenza delle istituzioni nei luoghi di fragilita` e di cura e` fondamentale per monitorare le politiche sanitarie e realizzare l`integrazione socio-sanitaria”.

 Lo ha detto Paolo Ciani, vice Presidente della Commissione Salute della Regione Lazio e consigliere di Demos – Democrazia Solidale, in occasione dalla visita alla Rems di Palombara Sabina, dove ha avuto modo di ascoltare i malati e gli operatori e capire come sta procedendo il superamento degli Opg. “La salute mentale e` un grande tema per la Regione e l`intero Paese – ha spiegato Ciani – . Cosi` come lo e` il rapporto tra salute mentale e giustizia.Dopo la giusta chiusura degli Opg, ora la sfida sono le Rems (residenze per l`esecuzione delle misure di sicurezza).

Bisogna vigilare sui percorsi terapeutici dei malati internati, valorizzare le competenze degli operatori e capire l`interazione delle strutture con il territorio circostante. Ritengo fondamentale mettere le istituzioni in ascolto e cercare soluzioni efficaci per i diversi bisogni, senza escludere nessuno”. Ha proseguito Ciani: “Questi luoghi rappresentano uno snodo fondamentale per l`integrazione sociosanitaria.

Per questo, come vicepresidente della Commissione Sanita` ho inserito alcuni punti specifici – continuita` terapeutica, mediazione linguistica ove necessaria, strutture residenziali alternative alle Rems – nella stesura del Piano sociale regionale. Ora sto monitorando l`implementazione di queste misure, convinto che il reciproco ascolto e un`effettiva collaborazione fra i diversi soggetti sia fondamentale.

L`Italia e` il paese di Franco Basaglia e, a 40 anni dalla legge 180, dobbiamo costruire percorsi di cura e riabilitazione che siano all`altezza della nostra storia”.Durante la visita il vice presidente Ciani e` stato accompagnato dal Commissario della Asl Rm 5 Giuseppe Quintavalle, dalla referente regionale per la salute mentale, dai diversi responsabili del Distretto e dei moduli, dell`attigua Casa della Salute, dal vicesindaco e da rappresentanti dell`Arma dei Carabinieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *