AVVENIRE | Roma è più bella se a misura dei fragili

PRESENTATE LE LISTE A SOSTEGNO DI ROBERTO GUALTIERI SINDACO. SPAZIO AD ASSOCIAZIONISMO E ‘NUOVI ITALIANI’

Due primari ospedalieri, medici, infermieri, di cui una nata in Somalia. Poi un magistrato, avvocati, imprenditori, esperti ambientali, mediatori culturali, un’attivista rom, rappresentanti dell’associazionismo, cattolico e non. «Nella lista per il Consiglio comunale e in quelle per i 15 municipi anche tanti ‘nuovi italiani’ di 18 paesi e 4 continenti – dice Paolo Ciani, coordinatore nazionale di Demos- Democrazia Solidale – assieme a persone impegnate in Sant’Egidio, nelle Acli, nello scoutismo, nella Cisl. Non sono sprazzi di colore, a noi piace rappresentare la realtà e la società per quello che è realmente».

Paolo Ciani, attualmente consigliere regionale del Lazio, presenta così la lista di Demos dei candidati all’Assemblea Capitolina – di cui è capolista – che sostengono la candidatura del dem Roberto Gualtieri a sindaco, che interviene alla presentazione. «Demos è nata tre anni fa – spiega il capolista – e non è una lista civica, ma una proposta politica per combattere l’isolamento di tanti e ricostruire un ‘noi’ in un tempo di forte individualismo e contrapposizione. Gli slogan non servono, i problemi si risolvono con lo studio, la presenza la fatica. Ci rivolgiamo anche ai tanti che hanno votato per Virginia Raggi, delusi dalle tante promesse disattese». «Liste bellissime», commenta Gualtieri. Per l’ex ministro dell’Economia, «Demos è una forza radicata sul territorio, parte di un centrosinistra ampio. Un alleato serio, rigoroso sui valori, che vuole rappresentare pezzi della nostra città esclusi dalla politica. Perché se una città funziona male per le persone più fragili, funziona male per tutti. Vicinanza e inclusione – sostiene – servono a far funzionare meglio tutto, dai trasporti ai rifiuti. È il ‘noi’ come contenuto della politica che favorisce anche la crescita economica. Insieme ci sporcheremo le mani e non ci sottrarremo alle situazioni difficili». In caso di vittoria di Gualtieri ci sarà un posto in giunta per Demos? «Non è detto che sarà per forza l’assessorato ai Servizi sociali – risponde Ciani – magari saranno due. O il vicesindaco…».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *